Archivio

Archivio per giugno 2009

Rilasciato Firefox 3.5

30 giugno 2009 Alberto Nessun commento

Oggi è stato rilasciata dal team di Mozilla la nuova versione di Firefox, il browser web alternativo a Internet Explorer (secondo me molto molto molto molto meglio). Il sito ufficiale del progetto è:
Mozilla Firefox Official Site
a questa pagina potete trovare maggiori informazioni sulle novità introdotte nel browser e le sue caratteristiche:
Releases Notes
mentre qui potete trovare l’installer di Firefox per il vostro sistema operativo (Linux, MacOS, Winzoz) e nella lingua (oltre 65) che volete:
Donwload Mozilla Firefox

Se volete maggiori informazioni sul browser potete andare alla pagina di wikipedia:
Mozilla Firefox su Wikipedia

Consiglio caldamente a chi utilizzi ancora Internet Explorer (qualsiasi versione) di passare in fretta a Firefox!!!

Qui potete vedere un video che ne mostra le novità:

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Articolo scandaloso su l’Eco di Bergamo

26 giugno 2009 Alberto Nessun commento

Ciao a tutti, qualche giorno fa (giovedì 25 giugno) ho accompagnato mio nonno ad una visita medica e mentre ero fuori ad aspettare, ho letto il giornale che aveva comprato. In prima pagina c’era un articolo (penso si dica editoriale) di Alberto Brasioli che mi ha lasciato molto sorpreso e da qualche punto di vista mi ha anche fatto arrabbiare.

L’articolo parla delle “pagelle” che sono state fatte dagli alunni del liceo classio Berchet di Milano e che sono state appese in bacheca; queste pagelle rappresentano i voti che gli studenti hanno dato ai loro professori.
Questi voti, espressi in decimi, rappresentano: Conoscenza, Spiegazione, Disponibilità. E’ stata messa anche una quarta colonna in cui viene riportata la media aritmetica dei tre voti.
Nel suo articolo Brasioli comincia a parlare dell’iniziativa in questo modo:

Parlare di iniziativa diseducativa sarebbe fare un onore troppo grande ad un pasticcio simile

continua poi con un:

Affiancare due serie di oggetti in ambito istituzionalmente definito significa stabilire una correlazione tra loro. In questo caso la correlazione consiste in un reciproco: tu voti me, io voto te.

La prima frase mi ha lasciato molto perplesso, definire questa iniziativa come diseducativa mi sembra un po’ troppo e penso che la correlazione ci possa stare, all’interno di una società civile non trovo niente di male nel dare un giudizio su di una persona, se questo viene fatto in maniera costruttiva è un bene. Anche Brasioli sembra appoggiare questa mia idea dicendo che:

E fin qui nulla di male. La cosa avviene in tante parti del mondo, ha una sua fondatezza e presenta diversi vantaggi.

Ma subito cambia totalmente atteggiamento dicendo:

Il problema sorge quando si consideri che le reciprocità implica necessariamente un livello [...] di condivisione di un metodo di misura e di un quadro di operatività

Nel nostro sistema scolastico il metodo con cui gli insegnanti devono attenersi per giungere all’espressione di un giudizio in forma di voto sarà (anzi: è) sommario [...] ma deve in ogni caso tener conto di alcuni aspetti inderogabili. Deve, per esempio, far riferimento ad un congruo numero di valutazioni di prove scritte e orali formalmente riconoscibili. Deve essere formulato da persone che hanno il titolo ad emettere quelle valutazioni in riferimento a norme elastiche quanto si voglia, ma pur sempre norme. Deve essere discusso e approvato collegialmente prima di poter assumere forma giuridica. Ha conseguenze effettive.

Capisco perfettamente che il giudizio dato dagli insegnanti e dal consiglio di classe ha validità giuridica ma il voto che hanno dato dagli studenti doveva essere visto come una indicazione da dare agli insegnanti, una volta tanto anche gli studenti hanno potuto giudicare gli insegnanti e non essere solo giudicati; ovviamente gli studenti non volevano equiparare il loro giudizio con quello degli insegnanti.
A questo punto continua dicendo:

La valutazione si presenta esternamente come una pagella, ma ha le caratteristiche di un sondaggio, privo, per di più, di qualunque garanzia, non essendo per niente chiaro né il metodo con cui sono state formulate le domande, né quello con cui sono state raccolte e elaborate le risposte.

Ma non ha mai pensato nessuno che fosse una pagella vera e propria, mettendomi nei panni di uno studente (cosa che sono ancora) non mi passerebbe mai per l’anticamera del cervello di dire che quella “indicazione” che ho dato hai miei professori ha lo stesso valore della pagella che viene data a me.
Penso anche che le modalità non siano poi così oscure, si è letto che i ragazzi hanno distribuito un questionario anonimo da compilare. Io sono uno studente al Politecnico di Milano e alla fine di ogni corso vengono dei ragazzi dell’osservatorio della didattica e fanno compilare un questionario, dove si valuta: il corso, la competenza del docente, la chiarezza della spiegazione, le aule dove si svolgono le attività e tante altre cose, nessun professore ha mai fatto problemi, anzi, alcuni prendono molto in considerazione queste indicazioni.

A questo punto il giudizio negativo arriva al suo culmine:

Che gli studenti abbiano potuto ritenere di operare in condizione di reciprocità è dunque un fatto gravissimo [...] Ne consegue che col dare una veste di quasi-ufficialità all’operazione, il preside ha perlomeno consentito che si radicasse negli studenti [...] l’idea che qualunque massa informe operando a caso possa esprimere un giudizio che abbia un valore paragonabile a quello formulato da un soggetto culturalmente definito e istituzionalmente costituito.

con queste parole Brasioli ha dato dimostrazione di non aver capito, a mio modo di vedere, l’intento dell’iniziativa. Accostando gli studenti a “massa informe” mi sono personalmente offeso, i professori non sono una casta privilegiata, sono degli uomini normalissimi che possono sbagliare e non trovo niente di scandaloso nel dare un voto anche a loro, alcuni professori che ho avuto avrebbero dovuto cambiare mestiere.
L’articolo si chiude con:

Ci permettiamo tuttavia di sommessamente di osservare non solo che il Settantasette è fortunatamente già naufragato, ma che una scuola che accetta acriticamente questi presupposti è destinata a fare la stesa fine.
L’unico a non ricevere voti, il preside, farebbe dunque bene, come diceva il Manzoni, a -pensarci su- prima di rinnovare il patrocinio

In italia c’è ancora, teoricamente, la libertà di parola e di espressione e quindi ognuno è libero di dire la sua idea (ci mancherebbe) ma reputo che trattare in modo così brutale una iniziativa che secondo il mio modesto parera aveva solo lati positivi mi sembra un po’ troppo. Siamo troppo abituati a dare pareri e giudizi che appena qualcuno ci fa un appunto siamo pronti a scagliarci contro di lui.

Chiudo rinnovando il mio appoggio agli studenti del liceo Berchet di Milano e spero che anche in altre realtà si facciano iniziative di questo tipo, i professori dovrebbero sentirsi più spesso le critiche dei loro studenti e non pensare solo a finire i programmi; penso sia meglio un professore che mi tratta da persona normale e che parla con me da pari a pari che uno che sta nella sua finta posizione di superiorità.

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Lug di Zogno su l’Eco di Bergamo

23 giugno 2009 Alberto 1 commento

Ciao a tutti, oggi sono stato molto sopreso da questa notizia: un articolo sul Lug di Zogno!
Il Lug si riunisce tutti i lunedì sera nell’oratorio di Zogno dalle 20:30 alle 22:30, e anche a me capita di partecipare. Durante uno di questi incontri è stata scatta la foto dell’articolo, io sono il primo ragazzo sulla sinistra, qui potete trovare l’articolo:

Amici e computer, ecco il linux club

I ragazzi di Zogno si danno molto da fare, sono un po’ “schizzati” ma molto simpatici e volenterosi, hanno già realizzato un sito/blog e una mailing-list tutta loro, maggiori informazioni si possono trovare qui:
Linux Club Zogno

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Ritorno a KDE4.2

21 giugno 2009 Alberto Nessun commento

Oggi sono ritronato a KDE4.2 sulla mia bellissima Archlinux, dopo un po’ di tempo con GNOME e XFCE ho deciso di ritornare a KDE; non perchè GNOME o XFCE non mi soddisfassero ma perchè ogni tanto devo cambiare. Così ho dato un bel:

sudo pacman -S kde kde-extragear kde-l10n-it

in modo da scaricare KDE completo con tutti i gadget e la lingua italiana. Ho quindi rimosso GNOME e XFCE dando da terminale:

sudo pacman -Rscn gnome

e

sudo pacman -Rscn xfce4

in modo che venissero eliminati i due Desktop Environment e tutte le loro dipendenze. Adesso sto personalizzando la grafica di KDE in modo da renderla funzionale alle mie esigenze. GNU/Linux regna.

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Serata a Covo e presentazione GNU/Linux

19 giugno 2009 Alberto Nessun commento

Ieri sera a Covo (BG) si è svolta una serata per far conoscere un po’ il mondo GNU/Linux. Purtroppo come sempre in questi casi la gente non si può dire che sia venuta con i pullman, piuttosto direi che ci sarebbero stati tutti in una multipla.
Per “animare” un po’ la serata ho deciso di fare una piccola presentazione introduttiva al mondo GNU/Linux che riportava i seguenti punti:

  • presentare GNU/Linux
  • idee alla base del movimento
  • perchè dovreste scegliere GNU/Linux
  • GNU/Linux intorno a noi

per rendere la presentazione non troppo pesante ho deciso di dare molto spazio alle immagini e ai concetti in modo visivo e non scrivere slide piene di parole. Il file della presentazione e i sorgenti LaTeX della stessa sono disponibili a questo indirizzo:

Presentazione a Covo

la presentazione è rilasciata con Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi nello stesso modo (la licenza la potete trovare qui).

Per migliorare ancora di più l’informazione disponibile ho realizzato anche un libretto che riporta i concetti della presentazione e qualche informazione in più, il libretto e i sorgenti LaTeX li potete scaricare da qui:

Libretto per Covo

il libretto è rilasciato con licenza GPL versione 1.1 e successive (la licenza la potete trovare qui), ringrazio mio papà che come sempre in questi casi si presta a realizzare qualche immagine per le mie “opere”, sua infatti è l’immagine che trovate in prima pagina e che ritrae GNU e TUX.

Spero che questi due piccoli contributi possano essere utili per chi si vuole avvicinare al movimento.

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Ritorno all’opera

19 giugno 2009 Alberto Nessun commento

Ciao a tutti era da un po’ che non scrivevo più sul blog impietosamente la data dell’ultimo post è del 15 marzo, mi scuso con tutti ma in questo periodo io e due miei amici di università abbiamo lavorato su un forum: tr3.forumfree.net , creato da noi e ho avuto poco tempo per il blog. Prometto che da oggi cercherò di scivere molto più spesso anche perchè sentivo la mancanza di uno spazio in cui fare un po’ quello che mi pare (ovviamente nel rispetto delle regole) e parlare di quello che mi passa per la testa.
Nella maggior parte dei casi si parlerà di GNU/Linux, FreeSoftware e informatica varia ma penso che condirò il blog anche con spunti e notizie di vario genere, in questo periodo stò cercando anche di dedicarmi a tante cose diverse e qualcosa scapperà sicuramente.

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag: