Archivio

Archivio per settembre 2009

Primo Makefile per LaTeX

28 settembre 2009 Alberto Nessun commento

Ciao a tutti, stamattina ispirato da questo post sul forum del Guit, e soprattutto dalla guida caricata dall’utente Elrond ho realizzato il mio primo Makefile per LaTeX. In sostanza un Makefile è un file di testo che contiene una serie di comandi che devono essere eseguiti da un compilatore, risolve le dipendenze e chiama programmi esterni.

Vi chiederete: ma non c’è un programma visuale che permette di fare questa cosa in maniera visiva?
Certo. Per esempio io utilizzo Kile per scrivere i miei sorgenti in LaTeX ma quando il file contiene la bibliografia e la sitografia le volte che devo cliccare con il mouse diventano ben cinque e sono troppe ;-) .
Quindi ho automatizzato il tutto scivendo questo bel Makefile:

PRINCIPALE = Master
PRINCIPALE_TEX = $(PRINCIPALE).tex
PRINCIPALE_PDF = $(PRINCIPALE).pdf
BIBLIO = bibliografia
BIBLIO_BIB = $(BIBLIO).bib
SITO = web
SITO_BIB = $(SITO).bib
FILE_CLEAN = *.aux *.log *.out *.bbl *.blg *.brf *.lof

$(PRINCIPALE_PDF): $(PRINCIPALE_TEX) $(BIBLIO_BIB) $(SITO_BIB)
pdflatex $(PRINCIPALE)
bibtex $(PRINCIPALE)
bibtex $(SITO)
pdflatex $(PRINCIPALE)
pdflatex $(PRINCIPALE)

clean:
rm -f $(FILE_CLEAN)

Nella prima parte ho creato delle variabili, in questo modo riutilizzare il Makefile per futuri documenti in cui devo cambiare solo pochi parametri ma l’ossatura del Makefile non verrà modificata, nella seconda parte ho specificato i comandi che devono essere eseguiti dal compilatore, nella parte finale faccio rimuovere i file che vengono creati in file che vengono creati in fase di compilazione (a dire il vero questa cosa non funziona ancora a dovere).
Tutto quello che devo fare per compilare il file e aggionare bibliografia e sitografia è, dopo essermi spostato nella cartella che contiene il Makefile, dare da terminale:

make

Comodo vero?

Ciao Alberto

Per chi desiderasse maggiori informazioni su cosa è make cosiglio di andare qui:
Make su wikipedia
Make sul sito gnu.org

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Abilitare la sintassi LaTeX in Moodle

27 settembre 2009 Alberto Nessun commento

Ciao a tutti, in questo periodo mi sto avvicinando (causa tesi) all’elearning, con lo scopo di creare una piattaforma per la didattica della matematica. Oggi ho avuto a che fare con il plugin di Moodle per l’inserimento delle formule in linguaggio LaTeX. Dopo molto peripezie sono riuscito a far funzionare il plugin jsmath che come si legge dal sito di supporto di Moodle:

The jsMath filter provides a method of including mathematics in your Moodle pages. Unlike the algebra and TeX filters, jsMath does not require you to install programs that run on your server. Instead, it uses JavaScript to typeset the mathematics in the user’s Browser. It uses native fonts (when available) so will scale and print properly just like other text. It has a number of configuration options to control how it operates.

La documentazione di questo plugin non è delle più chiare di questa terra e causa un passaggio che non era scritto non riuscivo a far partire il plug-in.
Prosegui la lettura…

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Progetto a Chignolo d’Isola: nuovo incontro 19/09/2009

19 settembre 2009 Alberto Nessun commento

Oggi c’è stato un incontro con l’assessore all’istruzione di Chignolo d’Isola per definire meglio il progetto che intendo portare avanti nel mio bel paesino. Questo è il documento che gli ho trasmesso e che raccoglie tutte le idee:

Progetto per Chignolo

Il progetto dovrebbe cominciare verso la metà/fine di ottobre, inizialmente con la creazione di un “gruppo di lavoro” formato dal sottoscritto e da alcuni ragazzi delle scuole medie. La prima parte del progetto dovrebbe durare circa due mesi con l’organizzazione di incontri settimanali in cui presenterò il mondo Linux, il software libero, e darò dimostrazione di come si può utilizzare Linux nella vita quotidiana.

Terminata questa prima parte si potrà continuare con incontri settimanali/bisettimanali per creare un punto aggregativo che condivide le idee del software libero. Ci potranno essere anche delle serate in cui la partecipazione sarà estesa anche a tutta la comunità di Chignolo o a semplici interessati, chi vuole venire a portare la sua esperienza o approfondire la conoscenza è ben accetto.

Sinceramente non so come andrà il progetto, non so cosa mi troverò davanti, non so che risposte mi daranno i ragazzi, ma sono convinto che questa cosa debba essere fatta. Tutto comincerà come un esperimento ma in un mondo che si sta indirizzando molto all’uso dei computer e della tecnologia penso che presentare ai ragazzi idee di condivisione, di libero scambio delle informazioni possa essere una cosa positiva per la loro, e per la mia crescita.

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Linux, Notizie Tag:

Tagliare un file .mp3 in pochi secondi

14 settembre 2009 Alberto Nessun commento

Vi è mai capitato di avere un file .mp3 e di doverlo tagliare in un certo punto o di doverne estrarre una parte? ecco un modo semplicissimo per farlo.
Installate il programma mpgtx, nei repository della vostra distribuzione ci dovrebbe essere; nella mia Archlinux si trova nel repository community:

sudo pacman -S mpgtx

da come si legge nella descrizione del pacchetto

community/mpgtx 1.3.1-1
A command line MPEG audio/video/system toolkit

mpgtx è un programma da linea di comando che manipola i file audio e video, nel mio caso dovevo estrarre dell’audio da un file mp3 grande. Con il programma è stato sufficiente dare:

mpgsplit file_grande.mp3 [HH:MM:SS-HH:MM:SS] -o file_uscita.mp3

all’interno delle parentesi quadre il primo parametro HH:MM:SS sono rispettivamente le ore, i minuti i secondi a cui deve cominciare il “taglio” e il secondo parametro HH:MM:SS sono rispettivamente le ore, i minuti i secondi a cui deve terminare il “taglio” (il parametro HH è opzionale nel caso il file duri meno di un’ora mentre gli altri due no).

Facile no? e poi non dite che le cose su Linux sono difficili.

Ciao Alberto

PS: la pagina del manuale, che si può leggere dando

man mpgsplit

è fatta molto bene e riporta tutte le opzioni che si possono passare al programma, volete salvarlo da qualche parte perchè pensate che vi possa tornare utile? niente di più semplice, basta dare da terminale

man mpgsplit > manuale_mpgsplit.txt

e avrete il vostro bel manuale in un file di testo pronto per essere consultato.

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Linux, Notizie Tag:

Bonsai Blast per Android

7 settembre 2009 Alberto Nessun commento

Oggi pomeriggio ho scaricato (utilizzando il metodo visto qui) un gioco veramente divertentissimo per il mio android, il gioco in questione è Bonsai Blast, non trovo parole per descrivere quanto sia bello!!!
E’ un gioco simile a Puzzle Bobble in cui si devono fare esplodere delle sfere, che scoppiano quando sono a gruppi di tre (o superiori), a differenza di Puzzle Bobble però le sfere si muovono sullo schermo secondo dei percorsi e scopo del gioco è distruggerle prima che arrivino alla fine del cammino. La grafica è molto bella e la giocabilità è buonissima.
Se avete un terminale android vi consiglio di provarlo, il gioco può essere scaricato dal market oppure qui: Bonsai Blast su AndroLib.com.

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Barcode Scanner per Android

7 settembre 2009 Alberto Nessun commento

Ciao a tutti, è da qualche settimana che ho il mio nuovo piccolino (notizia qui) e vi volevo parlare di una applicazione utilissima che consente di installare applicazioni in modo semplicissimo. L’applicazione in questione è: Barcode scanner, un lettore di codici a barre per Android. L’installazione è semplicissima, basta collegarsi ad una rete wifi con il proprio sistema android, andare sul market di Android e con la funzione di ricerca cercarlo all’interno del market; con pochi clic l’avrete installato sul vostro terminale.

Ma adesso vi chiederete: ma a cosa ti serve un lettore di codice a barre?

Subito detto, le applicazioni per Android sono contrassegante da un codice bidimensionale (per informazioni consiglio questa pagina di wikipedia che ne riposta un esempio) e per scaricarne una basta passare il lettore di codice a barre sull’immagine bidimensionale, e se si è collegati ad una rete wifi, Android si collegherà al sito e scaricherà l’applicazione. In pochi secondi si avrà la nostra applicazione bella e pronta senza troppi problemi o senza fare delle ricerche nel market dallo schermo del vostro cellulare.

L’applicazione può essere utilizzata anche per fare lo scanning dei codici a barre dei prodotti comuni, tipo quelli del supermercato, se si è connessi alla rete internet il programma vi ritornerà l’elenco dei negozi dove viene venduto il prodotto con il relativo costo.

Credetemi è veramente un’applicazione straordinaria e di una utilità pazzesca!

Alcuni tra i tanti siti che mettono a disposizione applicazioni per Android scaricabili con il metodo del codice a barre bidimensionale:

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Alice Gate 2 Plus Wi-Fi con Ubuntu

2 settembre 2009 Alberto Nessun commento

Ciao a tutti, ieri sera ho avuto un problema strano con l’eeepc di un mio amico su cui ho installato Linux, precisamente una Ubuntu Netbook Remix con il kernel modificato per il modello 900A. Il problema che sorgeva era il seguente: trovavo la rete di casa, mettevo la chiave WEP, risultavo connesso alla rete creata dal router di alice, avevo un indirizzo IP, ma non riuscivo a navigare, o meglio, mi si apriva la pagina di google ma quando provavo a fare una ricerca non succedeva niente.
Allora ho provato a cambiare i DNS in /etc/resolv.conf mettendo:

nameserver 208.67.222.222
nameserver 208.67.220.220

ma niente, ho googolato e sul forum di Ubuntu ho trovato la risposta che riporto nel caso dovesse servire a qualcuno.
Aprite il file /etc/sysctl.conf con l’editor che volete e con i privilegi di root, nel mio caso:

sudo nano /etc/sysctl.conf

scorrendo il file ad certo punto troverete una cosa del tipo

# Enable TCP SYN Cookie Protection
# net.ipv4.tcp_syncookies = 1

dovete decommetare l’ultima riga e aggiungerne altre due, in questo modo

# Enable TCP SYN Cookie Protection
net.ipv4.tcp_syncookies=1
net.ipv4.tcp_window_scaling=0
net.ipv4.tcp_ecn=0

salvate, riavviate il pc e godetevi la vostra bella connessione wifi sul vostro letto con una bella mora/rossa/bionda al vostro fianco ;-)

Ciao Alberto

PS: mora/rossa/bionda si intende una bella ragazza non una birra!

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Problema nel config.php di Moodle

2 settembre 2009 Alberto Nessun commento

Ciao a tutti in questi giorni ho riinstallato in locale la piattaforma di E-learning Moodle (Moodle su Wikipedia) con l’aiuto di xampp 1.7.2-1, che ho trovato su AUR di Archlinux:

XAMPP is a free and open source cross-platform web server package, consisting mainly of the Apache HTTP Server, MySQL database, and interpreters for scripts written in the PHP and Perl programming languages

ho scaricato quindi Moodle dal sito ufficiale: Moodle 1.9.5+, e scompattato tutto nella cartella /opt/lampp/htcdocs creando la cartella moodle dove ho “buttato” tutto quello presente nell’archivio. A questo punto ho fatto partire lampp con il comando

sudo lampp start

ho fatto partire l’installazione in locale dando, nella barra degli indirizzi dl browser:

http://localhost/moodle/install.php

aiutandomi con questa guida: Installare Moodle. Ma al momento di scaricare il file config.php e copiandolo nella cartella pricipale di moodle, precisamente /opt/lampp/htcdocs/moodle/ e collegandomi all’home page mi veniva segnalato l’errore

Strict Standards: Creating default object from empty value in /opt/lampp/htdocs/moodle/config.php on line 5

Girovagando sul forum ufficiale di Moodle, ho trovato la soluzione, che riporti nel caso possa servire a qualcuno.
Nel file config.php nelle prime righe si trova scritto:

unset($CFG);

$CFG->dbtype = '****';
$CFG->dbhost = '****';
$CFG->dbname = '*****';
$CFG->dbuser = '****';
$CFG->dbpass = '***';
$CFG->dbpersist = false;
$CFG->prefix = '****';

.....

al posto degli * ci sono le varie impostazioni e i puntini vogliono dire che nel file c’è altro ma non l’ho riportato tutto, si deve aggiungere la seguente riga

$CFG = new stdClass();

subito dopo

unset($CFG);

il nuovo file config.php diventerà

unset($CFG);
$CFG = new stdClass();

$CFG->dbtype = '****';
$CFG->dbhost = '****';
$CFG->dbname = '*****';
$CFG->dbuser = '****';
$CFG->dbpass = '***';
$CFG->dbpersist = false;
$CFG->prefix = '****';

...

salvate il file config.php modificato, ricaricate la home di Moodle in locale e l’errore dovrebbe essere eliminato.

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag: