Archivio

Archivio per marzo 2011

Come partecipare all’Open Source: la Guida di Creative

13 marzo 2011 Alberto Nessun commento

Qualche giorno fa ho letto una notizia dal Fedora Planet: Flyers About Free & Open Source Software for SXSW Creatives! e ho pensato che poteva essere una buona idea tradurli. Quello che mi è sembrato più interessante è: How to Get Involved with Open Source: a Creative’s Guide.

Ho quindi pensato di tradurlo e di metterne a disposizione il file .svg in modo che chi voglia possa modificarlo.

#1: Capire che sei necessario e ricercato (male!)

Puoi fare qualcosa tra i seguenti e ti diverti mentre li fai?

design icone & icone
scrivere HTML/CSS
condurre studi di usabilità
creare pagine web
skin/theme apps
progettazione delle interazioni
comporre musica
video cortometraggio
scrivere materiale di marketing

Se si, ti garantisco che ci sono progetti free & open source la fuori che non solo cercano il tuo aiuto, ma lo apprezzerebbero molto e ti ringrazierebbero di cuore per averlo fatto, sarà eccitante lavorarci. Se incontri un progetto su cui è difficile lavorare, cambialo, ne troverai uno che ami e che ti ricambia.

#2: Aiuta il progetto, aiutati, aiutali (aiuto^3)

Molti dei progetti software free & open source oggi sono condotti da programmatori e ingegneri e mentre alcuni sono abbastanza fortunati da avere il coinvlgimento di una o due persone creative, per la maggior parte dei progetti la presenza di designer, artisti, o altri è spesso uno sogno sospirato ma mai realizzato. In altre parole, loro non possono sapere che tipi di aiuto chiederti, che informazioni hanno bisogno di darti per essere produttivo, o anche le basi su come lavorare con te in modo efficace. Se puoi chiartirti con loro sul tipo di lavoro che ti piacerebbe offrire, fornire esempi di altri lavori che hai fatto – e permettergli di conoscere di cosa hai bisogno, dopo potranno capire meglio come aiutarti ad impegnarti nel loro progetto.

#3: Fai domande. Molte domande. Non ci sono domande stupide.

Abbiamo notato qualche volta in Fedora quando nuovi creativi salgono a bordo, sono impauriti nel chiedere questioni tecniche per paura di apparire ‘stupidi’. Il segreto è, gli sviluppatori del free & open source possono essere così specializzati che ci sono molti dettagli tecnici fuori dalla loro immediata competenza che non capiscono. La differenza è che loro non sono spaventati nel chiedere – quindi anche tu non dovresti!
Se non sei sicuro su cosa lavorare, o non sei sicuro di come cominciare, o non sei sicuro del perchè le cose che qualcuno ha detto in chat sono così divertente, chiedi. Le comunità free & open source sono dei gruppi amichevoli! Può essere particolarmente efficace cercare una guida – alcuni progetti hanno un programma di mentoring – e chiedere se non gli importa esserti di aiuto quanto hai delle domande.

#4 Condividi e condividi spesso. Anche se non ancora pronto. Specialmente se non lo è.

Abbiamo anche notato che i nuovi creativi in Fedora e altri progetti free & open source sono un po’ timidi quando mostrano i loro lavori. Capisco che non volete rovinare la vostra reputazione rilasciando qualcosa che non è del vostro meglio o non è finito, ma una grande parte di come funzionano i progetti open source è condividere spesso e apertamente. Andrai avanti su un pezzo prima di averlo condiviso, i più esigenti lo troveranno e ti daranno feedback utili, si uniranno e ne saranno coinvolti. E’ anche difficile per gli altri collaborare su una tua parte e sentire un senso di appartenenza, supportare e difenderlo fino alla realizzazione. In alcuni progetti free & open source, non essere vicino ai tuoi schizzi, design, e idee è visto come offensivo! quindi per favore, prova ad applicare questo conisglio e tieni la tua mente aperta. Convidi il lavoro presto e spesso, e rendi i tuoi sorgenti disponibili. Potresti essere piacevolmente sorpreso da cosa succede

#5 Non essere timido. Sii visibile quanto puoi con il progetto della comunità.

Hai un blog? Cerca quali aggregatori per i membri di progetti free & open source su cui lavori ci sono, e fai la richiesta per aggiungere il tuo blog (solitamente c’è un link per farlo nella sidebar). Per esempio, il più grande aggregatore di blog a cui vorrai unirti per diventare parte della comunità Fedora si chiama Planet Fedora (planet.fedoraproject.org.) Scrivi il tuo primo post presentandoti quando sei stato aggiunto e fai conoscere alla gente quello che ti piace. Il progetto sicuramente ha una mailing list o forum dove si discute. Unisciti, e manda anche li una tua presentazione. Quando crei una attività per il progetto – non importa quanto piccolo, non importa quanto incompiuto – scrivilo sul blog, mettilo sul wiki del progetto, lancia un tweet, manda il link ai mebri importanti della comunità per avere il loro feedback – rendi il tuo lavoro visibile, e la gente comicerà ad associarsi con te, col tuo lavoro, si avvicinerà con progetti interessanti e altre opportinità basate esclusivamente su questo.

Qui trovate i due file:

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag:

Chi contribuisce di più in LibreOffice?

2 marzo 2011 Alberto Nessun commento

E’ da poco uscita una notizia riguardante i contributi che sono stati dati allo sviluppo di LibreOffice: Who Contributes the Most to LibreOffice? da cui si possono trarre alcune riflessioni:

Dopo i primi 14 commit da parte di Oracle nel settembre 2010 il codice di LibreOffice è stato principalmente portato avanti da due categorie di utenti: gli sviluppatori di codice e i traduttori.
Molti di questi utenti sono dei volontari che ad oggi hanno applicato a LibreOffice circa 517 modifiche al codice con un media di 20-30 a settimana.
Nel panorama delle società software che hanno contribuito allo sviluppo di LibreOffice si devono citare Novell, Red Hat e Canonical. La palma come maggior contributrice va data a Novell, il cui nome viene continuamente visto quando si scorre la cronologia dei commit e i cui sviluppatori hanno apportato circa 205 modifiche dal fork con una media di 10 a settimana.
Dall’inizio del progetto si contano 133 nuovi sviluppatori e 55 traduttori, nell’ultimo periodo dell’anno si è notata una leggere flessione nei commit da imputare, come dice l’autore della ricerca, alle festività natalizie.

La traduzione completa dell’articolo:

Cedric Bosdonnat ha tracciato i contributi a LibreOffice da quando è stato annunciato il fork da OpenOffice.org. Bosdonnat ha utilizzato Git Data Miner per mostrare i risultati del branch principale dei repository Git di LibreOffice. Git Data Miner è più comunemente conosciuto come il tool che utilizza Jonathan Corbet nei suoi periodici report sul codice del kernel.

Bosdonnat cominciò a tracciare i contributi a metà settembre del 2010 con i 14 contributi originari fatti da Oracle. Attualmente Oracle contribuisce al codice di OpenOffice.org, e successivamente LibreOffice ha incorporato queste modifiche, con successivi contributi di Oracle al nuovo fork. Questi 112 contributi sono proseguiti per tutto lo sviluppo, ma sono stati sminuiti dai contributi dei nuovi sviluppatori.

I nuovi collaboratori sono quelli che si sono registrati per aiutare LibreOffice sin dal suo fork, sia con il codice che con la traduzione. Queste collaborazioni costituiscono più della metà del totale delle modifiche apportate in LibreOffice alla metà di Febbraio. I contributi settimanali in questa area sono mediamente tra i 20 e i 30 con un numero totale di 517 linee.

Quelli che hanno precedentemente lavorato su OpenOffice.org e non sono occupati in nessun altro grande collaboratore sono stati classificati come collaboratori noti. Sebbene il loro numero di contributi è stato basso, la media degli stessi è stata approssimativamente di cinque per settimana dalla data del fork. Per un totale di 90 contributi in 22 settimane di sviluppo.

Novell è stata accreditata come la maggior contributrice a LibreOffice. Quando si scorrono i changelog il nome di Novell si vede continuamente. Sono stati contributori significativi in OpenOffice.org e molte delle loro patch sono state usate in LibreOffice fino ad oggi. Gli sviluppatori di Novell si aggirano intorno ad una media di 10 contributi a settimana per un totale di 205 dal fork.

Red Hat, che ha contribuito allo sviluppo di OpenOffice.org, ha contribuito anche a LibreOffice. Con circa due contributi a settimana, gli sviluppatori di Red Hat hanno scritto 39 patch dal fork.

Il più recente nome conosciuto che si è unito alla lista dei contributori è Canonical. Hanno contribuito al tema Human e una correzione successiva, ma è probabile una migliore integrazione in Ubuntu. Björn Michaelsen ha contribuito con 2 patch nelle ultime due settimane.

Bosdonnat dice che ci sono 133 nuovi sviluppatori e 55 traduttori dal fork. Sembrava ci fosse una lieve flessione alla fine dell’ultimo anno in accordo con il grafico e Bosdonnat la attribuisce ai festeggiamenti del periodo natalizio.

Ciao Alberto

Digg This
Reddit This
Stumble Now!
Buzz This
Vote on DZone
Share on Facebook
Bookmark this on Delicious
Kick It on DotNetKicks.com
Shout it
Share on LinkedIn
Bookmark this on Technorati
Post on Twitter
Google Buzz (aka. Google Reader)
Categorie:Notizie Tag: